Gallinae in Fabula Onlus

Piattaforma di volontariato (ONLUS) e ricerca sulla diversità a partire dall'animalità e la biodiversità

Lettera di un animale

Lettera.jpg

Sono un animale. Non c’è niente del mondo che non mi affascini o mi spaventi. Tutto intorno a me è stimolo alla vita, e alla morte. Non ci sono limiti di azione o pensiero in me. Ogni cosa è un turbinio di emozioni, istinti che mi spronano a vivere ogni istante come se non ce ne fossero altri. Ogni istante è regalato. L’istante è la caratteristica essenziale della vita, che è costituita solo da un infinito numero di momenti legati tra loro, ma che vanno vissuti slegati. Sto pensando troppo. E il futuro? Penso al futuro? Dunque sono un animale, in quanto tale? Posso paragonarmi a una medusa? Forse sono solo un animale diverso, più spaventato degli altri. Ma ciò non fa di me essere meno animale di loro. Ogni giorno è un nuovo inizio per imparare qualcosa e farsi strada tra la folla. Che sia in una foresta o in una città, la folla è sempre la stessa. Un ammasso di molecole che s’interpongono tra me e il resto del mondo o ambiente. Dico mondo o ambiente perché qualcuno sostiene che l’animale che è in me si costruisce il suo mondo, mentre gli altri animali vivono nell’ambiente. Io però mi chiedo che differenza ci sia tra mondo costruito e ambiente. Sono comunque due luoghi in cui la nostra intera esistenza incombe, si perde e viaggia fino al suo completo esaurimento. Perciò, penso, cosa cambia? Forse è la percezione, la percezione che posso avere di poter cambiare tutto, a seconda del mio modo di vedere le cose. Siamo sicuri di questo? Siamo sicuri che pensiamo sia possibile cambiare le cose? La realtà della nostra specie animale è sicuramente costruita socialmente, però tutti si dimenticano che è così, e si lasciano travolgere dagli eventi come se fossero dati e immutabili. Pensateci. La mente è uno strumento tanto potente quanto ingannevole. Liberatevi. Fate come me. Siate liberi dal pensiero, siate consapevoli di essere animali e non lasciatevi trasportare via dal vostro pensiero. Siate animali, andate nel bosco, respirate. Godetevi l’aria che entra dalle vostre narici ed esce dalla vostra bocca. Assaporatela. E sì pensate, ma pensate a quanto è intenso il momento. Pensate a quanto siete interconnessi con il tutto. L’esistenza che ci caratterizza è tale solo grazie al tutto. Non saremmo qui se non fosse per la terra, l’acqua, le micro particelle che la costituiscono, i batteri, i parassiti. Riflettete su questo, non su cosa ci sarà domani. Domani è un altro giorno, ma noi siamo animali e gli animali sono qui e ora.

 

Federica Lovato, Presidente dell’associazione Gallinae in Fabula, laureata in Scienze internazionali dello sviluppo e della cooperazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il gennaio 3, 2019 da in Uncategorized.

Ricevi le novità dalle galline via mail!

Archivio

Follow Gallinae in Fabula Onlus on WordPress.com

Visitatori

  • 93.912
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: